Fast food, la protesta degli studenti continua: a San Valentino il quarto flash mob

Si teme nuovamente su ciò che potrà accadere

Il corteo contro i fast food (foto Facebook)

Sono giorni caldi questi a Torino. Continua la protesta degli studenti torinesi contro l'apertura di fast food negli spazi dell'Università. Gli attivisti si sono già dati appuntamento giovedì 14 febbraio, davanti al Burger King aperto da poco alla Palazzina Aldo Moro: si tratta del quarto flash mob delle ultime settimane contro i fast food. 

Sul gruppo nato su Facebook "Noi restiamo Torino", si legge: "La lotta non si ferma! Ci troviamo per un altro momento di protesta contro la privatizzazione dell'università".

"Siamo scesi in strada perché non sopportiamo che nei locali della nostra università, si voglia far profitto sugli studenti - sostengono - , mentre ci vengono sistematicamente negati spazi per socializzare, far dibattiti culturali e politici".

E si teme nuovamente su ciò che potrà accadere. Nei giorni scorsi si sono verificate infatti tensioni fra gli agenti di polizia e gli attivisti. Un agente è rimasto ferito e un ragazzo arrestato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

Torna su
TorinoToday è in caricamento