Elezioni Europee, caos al Consolato rumeno di Torino

Agenti in tenuta anti sommossa

Disordini questa sera, domenica 26 maggio, attorno alle ore 22 in via Ancona davanti al Consolato rumeno. Alcune decine di persone, di nazionalità rumena, che non sono riuscite ad esprimere il loro voto per le Europee e per un referendum, poichè il seggio presso il consolato ha chiuso alle 21, e in coda dal pomeriggio, dopo quattro o cinque ore di attesa, si sono viste chiudere le porte in faccia, hanno inscenato una manifestazione di protesta.  C'erano tra l'altro solo due urne a disposizione per il voto: chi era in coda dalle 16 ha dichierato di essere riuscito a votare alle 21 in punto. 

A intervenire sul posto quattro camionette della polizia con gli agenti in tenuta anti sommossa ma non si sono verificati incidenti di rilievo. Solo qualche coro in strada e nel cortile del Consolato.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

  • Abbandona un sacco lungo la strada: “pizzicato” dalle telecamere e sanzionato dai vigili

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

Torna su
TorinoToday è in caricamento