Capodanno movimentato dagli antagonisti 'no-borders': affiggono striscione e parlano dal palco

Protesta contro lo sgombero

Un momento dello sgombero avvenuto lo scorso ottobre

Capodanno movimentato a Claviere. A mezzanotte di oggi, martedì 1 gennaio 2018, circa 40 antagonisti italiani appartenenti ai movimenti Chez Jesus e ad altri gruppi 'no-borders' sono partiti dalla ex casa cantoniera occupata a Oulx e hanno raggiunto Claviere. Dopo avere effettuato una breve marcia nel centro del paese, si sono fermati davanti alla chiesa sgomberata lo scorso 12 ottobre 2018.

Qui hanno affisso uno striscione al portone d'ingresso con la scritta: "La libertà non ha confini, la solidarietà non si sgombera" e hanno dato fuoco a una piccola croce di legno con sopra impressa la scritta "Chez Jesus risorgerà".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo avere ottenuto il permesso di intervenire sul palco della piazza del paese dove si stava festeggiando il Capodanno, sono poi ritornati al punto di partenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • La corsa al mare dei turisti torinesi finisce col litigio con i vicini, poi sono costretti a tornare a casa

  • Scontro tra moto e auto all'incrocio: militare dell'esercito morto sul colpo

  • Allarme all'ora di pranzo: auto dei carabinieri finisce contro un negozio

  • Coronavirus: il Piemonte in controtendenza con l'Italia, i contagi scendono ma di poco

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

Torna su
TorinoToday è in caricamento