Sequestrati 10mila prodotti pericolosi (tra cui attrezzi da palestra) nel negozio: maxi-multa alla titolare

Scoperti anche lavoratori irregolari

Un momento delle operazioni di sequestro

Sequestro di prodotti potenzialmente pericolosi a metà gennaio 2019 allo Shopping World di piazzale Europa a Pianezza. La titolare, una 28enne di origini cinesi, è stata multata per oltre 40mila euro.

La guardia di finanza di Susa ha scoperto oltre 300 attrezzi da palestra, non a norma, provenienti dalla Cina: pesi e bilancieri, privi delle più basilari norme di sicurezza necessarie per la vendita sul territorio nazionale.

Nel corso dell'operazione, sono stati anche sequestrati circa 10mila prodotti, tra articoli di bigiotteria, dispositivi elettrici e giocattoli, tutti messi in vendita benché sprovvisti delle informazioni utili alla tutela del consumatore, quali la provenienza, le modalità di utilizzo, le indicazioni in italiano nonché l’eventuale presenza di materiali o sostanze pericolose.

Sono inoltre state riscontrate anomalie per quanto riguarda le posizioni lavorative di numerosi dipendenti dello store per le quali sono in corso accertamenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insetti in casa: la scutigera, l'insetto (utilissimo) che mangia gli altri insetti

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Tempesta sul Torinese: zone allagate, paesaggi imbiancati e numerosi disagi

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Tragedia nel palazzo: morto dopo essere caduto nel vano ascensore

Torna su
TorinoToday è in caricamento