Figlia morta nel parto e madre dieci giorni dopo: primario e due ginecologi dell'ospedale a processo

"Dimessa sottovalutando le sue condizioni"

Sara Festa, chierese morta a 39 anni, dieci giorni dopo la sua bimba Giorgia

Vanno a processo per duplice omicidio colposo il primario di ginecologia dell'ospedale Santa Croce di Moncalieri, Pier Luigi Montironi, e due ginecologi accusati dal procuratore aggiunto torinese Vincenzo Pacileo di avere avuto responsabilità nella morte di Sara Festa, 39enne di Chieri, avvenuta il 23 aprile 2017 (all'ospedale Molinette, dove era stata ricoverata in un secondo tempo), dieci giorni dopo quella della sua bambina Giorgia, partorita senza vita.

I medici avrebbero sottovalutato l’ipertensione arteriosa della donna che avrebbe provocato un’emorragia. E l'avrebbero anche dimessa dall'ospedale senza valutare approfonditamente il suo stato di salute.

Il processo, disposto dal giudice per l'udienza preliminare Sara Perlo nel corso dell'udienza tenutasi martedì 24 settembre 2019, si aprirà il 12 febbraio 2020.

I medici rinviati a giudizio sono assistiti dagli avvocati Cristina Airoldi, Maurizio Bortolotto, Domenico Calderone, Silvia Giancola, Fabrizio Mastro e Cosimo Maggiore. L’ospedale di Moncalieri è rappresentato dall’avvocato Giuseppe Caccavo. I familiari di Sara Festa sono invece rappresentati dall'avvocato Claudio Strata.

Lo stesso pm Vincenzo Pacileo aveva già disposto l'archiviazione per altri quattro medici dell'ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Auto si schianta contro un muro: donna morta sul colpo

  • Scossa di terremoto in serata: scossa avvertita dalla popolazione, ma nessun danno

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Giovane carabiniere investito mentre interviene su altro incidente: è gravissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento