Curato per un mal di pancia, morì per un infarto: il medico va a processo

Vittima conosciuto maestro di sci

Gianclaudio Bombelli, maestro di sci morto nel 2013 a 50 anni

Va a processo per omicidio colposo, ma il dibattimento inizierà soltanto tra più di un anno, il 12 giugno 2019, un medico di guardia di Bardonecchia che il 21 marzo 2013 non si accorse, secondo l'accusa, che Gianclaudio Bombelli, maestro di sci di 50 anni conosciuto in tutta l'alta valle di Susa, era stato colpito da un infarto e gli prescrisse dei farmaci per il mal di pancia. L'uomo morì poche ore dopo all'ospedale di Rivoli.

La decisione è stata presa ieri, giovedì 12 aprile 2018, dal giudice dell’udienza preliminare Paola Boemio. Secondo il pm Gianfranco Colace, che conduce l'accusa, l'errore del medico, difeso dall'avvocato Bernardino Serra, sarebbe stato decisivo nel determinare la morte del paziente, in quanto si sarebbe perso del tempo prezioso per salvarlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel processo è stata chiamata in causa, come responsabile civile, anche l'Asl To3. I familiari della vittima si sono costituiti parte civile con l'avvocato Roberto Ariagno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • Tragedia nel bosco: ragazzina di 16 anni trovata impiccata a un albero

  • "L'abbraccio tricolore" delle Frecce, lo spettacolo nel cielo di Torino: foto e video

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Mascherine obbligatorie questo fine settimana anche all'aperto, ma solo nei centri abitati

Torna su
TorinoToday è in caricamento