Curato per un mal di pancia, morì per un infarto: il medico va a processo

Vittima conosciuto maestro di sci

Gianclaudio Bombelli, maestro di sci morto nel 2013 a 50 anni

Va a processo per omicidio colposo, ma il dibattimento inizierà soltanto tra più di un anno, il 12 giugno 2019, un medico di guardia di Bardonecchia che il 21 marzo 2013 non si accorse, secondo l'accusa, che Gianclaudio Bombelli, maestro di sci di 50 anni conosciuto in tutta l'alta valle di Susa, era stato colpito da un infarto e gli prescrisse dei farmaci per il mal di pancia. L'uomo morì poche ore dopo all'ospedale di Rivoli.

La decisione è stata presa ieri, giovedì 12 aprile 2018, dal giudice dell’udienza preliminare Paola Boemio. Secondo il pm Gianfranco Colace, che conduce l'accusa, l'errore del medico, difeso dall'avvocato Bernardino Serra, sarebbe stato decisivo nel determinare la morte del paziente, in quanto si sarebbe perso del tempo prezioso per salvarlo.

Nel processo è stata chiamata in causa, come responsabile civile, anche l'Asl To3. I familiari della vittima si sono costituiti parte civile con l'avvocato Roberto Ariagno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento