Picchioni a processo per calunnia, prosciolta la segretaria

L'ex presidente del Salone del Libro è stato rinviato a giudizio dal gup di Torino Alessandra Pfiffner

L'ex presidente del Salone del Libro, Rolando Picchioni, è stato rinviato a giudizio dal gup di Torino Alessandra Pfiffner nell'udienza preliminare del procedimento in cui è imputato di calunnia.    L'accusa è sostenuta dal pm Gianfranco Colace.

La parte lesa della presunta calunnia è un imprenditore nel settore della comunicazione. La tesi della procura è che si sia tentato di far credere fosse l'autore di un tentativo di estorsione. Fu proprio quest'ultimo, ascoltato dagli investigatori dopo la denuncia, a far scoppiare il caso che vede indagato per peculato Picchioni in un altro procedimento relativo ai conti del Salone del Libro.

Picchioni è difeso dagli avvocati Valentina e Gian Paolo Zancan. Prosciolta dalla stessa accusa Laura Scarzello, che di Picchioni è stata la storica segretaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Scende dall'auto dopo un incidente e viene travolto da un'altra vettura: morto

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Mentre passeggia sputa alle donne che incrocia sotto i portici: "Sono inferiori"

Torna su
TorinoToday è in caricamento