Picchioni a processo per calunnia, prosciolta la segretaria

L'ex presidente del Salone del Libro è stato rinviato a giudizio dal gup di Torino Alessandra Pfiffner

L'ex presidente del Salone del Libro, Rolando Picchioni, è stato rinviato a giudizio dal gup di Torino Alessandra Pfiffner nell'udienza preliminare del procedimento in cui è imputato di calunnia.    L'accusa è sostenuta dal pm Gianfranco Colace.

La parte lesa della presunta calunnia è un imprenditore nel settore della comunicazione. La tesi della procura è che si sia tentato di far credere fosse l'autore di un tentativo di estorsione. Fu proprio quest'ultimo, ascoltato dagli investigatori dopo la denuncia, a far scoppiare il caso che vede indagato per peculato Picchioni in un altro procedimento relativo ai conti del Salone del Libro.

Picchioni è difeso dagli avvocati Valentina e Gian Paolo Zancan. Prosciolta dalla stessa accusa Laura Scarzello, che di Picchioni è stata la storica segretaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

Torna su
TorinoToday è in caricamento