Primarie Lega Nord: stravince Matteo Salvini con l'82% delle preferenze

L'europarlamentare del Carroccio ha battuto il leader storico del partito Umberto Bossi. Salvini sarà formalmente eletto al congresso di Torino il prossimo 15 dicembre

Il nuovo segretario della Lega Nord si chiama Matteo Salvini. L’europarlamentare del Carroccio ha stravinto le primarie del partito con l’82% delle preferenze. Storica sconfitta per il leade storico, Umberto Bossi, che si è fermato al 18%. A darne notizia è stato il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli. “La mia Lega darà battaglia su tutti i campi” ha commentato a caldo Salvini. Alle primarie per la scelta del nuovo segretario federale ha votato circa il 60% dei militanti aventi diritto. Nei 58 seggi allestiti si sono recati 10.206 militanti su 17.047.

Salvini sarà formalmente eletto il prossimo 15 dicembre al congresso di Torino dove proporrà alcuni referendum per il 2014 a partire dall’abolizione dei prefetti. Un bel passo avanti secondo il governatore del Piemonte Roberto Cota. “Le primarie rappresentano un bel momento di democrazia – ha ribadito Cota -. Abbiamo messo le basi per costruire la Lega del futuro. Sono contento dell’affluenza in Piemonte e penso che Salvini possa fare un buon lavoro, ha tutte le qualità e il nostro sostegno”.

Potrebbe interessarti

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

  • La mentuccia, l'erba aromatica buona e salutare

  • Il Barbecue perfetto:  6 regole fondamentali

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Caos in coda al concerto di Eros: 700 fan costretti a rimanere fuori

Torna su
TorinoToday è in caricamento