Vince la corsa in bici ma vuole una premiazione sobria: è musulmano

Niente bacio alle miss e niente champagne

Niente doccia di champagne e niente bacio con le miss. La premiazione del Memorial di ciclismo di Rivara, dedicato a Francesco Data e Guido Tessiore, ha visto vincere nella categoria Allievi un giovane marocchino che ha chiesto una cerimonia sobria, in linea con la sua fede musulmana.

È stato il papà a chiedere allo staff di evitare il solito cerimoniale che generalmente prevede le fotografie del vincitore con le miss di turno e la festa sul podio a base di champagne. Il giovane vincitore, ancora minorenne, praticante musulmano, ha preferito una cerimonia senza fronzoli e l'organizzazione non ha avuto problemi ad accogliere la sua richiesta. Anche se fra il pubblico e sui social non è mancata qualche manifestazione di dissenso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento