Vince la corsa in bici ma vuole una premiazione sobria: è musulmano

Niente bacio alle miss e niente champagne

Niente doccia di champagne e niente bacio con le miss. La premiazione del Memorial di ciclismo di Rivara, dedicato a Francesco Data e Guido Tessiore, ha visto vincere nella categoria Allievi un giovane marocchino che ha chiesto una cerimonia sobria, in linea con la sua fede musulmana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È stato il papà a chiedere allo staff di evitare il solito cerimoniale che generalmente prevede le fotografie del vincitore con le miss di turno e la festa sul podio a base di champagne. Il giovane vincitore, ancora minorenne, praticante musulmano, ha preferito una cerimonia senza fronzoli e l'organizzazione non ha avuto problemi ad accogliere la sua richiesta. Anche se fra il pubblico e sui social non è mancata qualche manifestazione di dissenso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consultori: indirizzi e orari a Torino

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • "Intesa Sanpaolo è nuda", gli Extinction Rebellion si spogliano davanti al grattacielo

Torna su
TorinoToday è in caricamento