Giocattoli e gadget potenzialmente pericolosi: maxi-sequestro a Porta Palazzo

Un denunciato a piede libero

A Porta palazzo, in un deposito di proprietà di un imprenditore cinese, i finanzieri del Comando Provinciale di Torino hanno rinvenuto ben 45.000 articoli, poi sequestrati per violazione alla normativa sulla sicurezza dei giocattoli.

Oltre 4.400.000 sono, invece, i pezzi sigillati dai finanzieri per violazione alle norme in materia di conformità dei prodotti. Importati direttamente dalla Cina, venivano venduti senza alcuna indicazione circa la denominazione legale o merceologica, i dati dell’importatore, la presenza di materiali o sostanze pericolose e modalità di smaltimento, con evidenti rischi per la sicurezza degli ignari consumatori.

Trovate, inoltre, centinaia di “Fidget Spinner”, le famose trottole, nascoste in un vano tra alcuni scaffali espositivi che presentavano elementi significativi di pericolosità poiché caratterizzate da estremità appuntite anziché arrotondate e per tale ragione non adatte ai bambini.

Le numerose irregolarità riscontrate hanno consentito il consistente sequestro e la denuncia a piede libero per un responsabile di reati di frode in commercio, violazione delle norme in materia di Sicurezza dei Giocattoli e la Segnalazione alla Camera di Commercio per violazione del “Codice del Consumo” con l’applicazione di una sanzione amministrativa fino a 25.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento