Chiedono il pizzo alla collega per poter 'lavorare' nella loro stessa zona: arrestate due prostitute

Minacciata con un coltello

immagine di repertorio

Due prostitute albanesi, di 24 e 25 anni, residenti a Torino, sono state arrestate dai carabinieri della tenenza di Nichelino lunedì 4 marzo 2019 dopo che una loro collega, romena di 21 anni, ha denunciato un tentativo di estorsione: in sostanza, le avevano chiesto di pagare il pizzo per poter lavorare nella zona di Stupinigi. Successivamente la giovane era stata minacciata di morte per non avere pagato ancora la prima.

La vittima ha precisato di aver già avuto richieste simili dal mese di gennaio 2019 e di averle sempre respinte.

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento