Chiedono il pizzo alla collega per poter 'lavorare' nella loro stessa zona: arrestate due prostitute

Minacciata con un coltello

immagine di repertorio

Due prostitute albanesi, di 24 e 25 anni, residenti a Torino, sono state arrestate dai carabinieri della tenenza di Nichelino lunedì 4 marzo 2019 dopo che una loro collega, romena di 21 anni, ha denunciato un tentativo di estorsione: in sostanza, le avevano chiesto di pagare il pizzo per poter lavorare nella zona di Stupinigi. Successivamente la giovane era stata minacciata di morte per non avere pagato ancora la prima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vittima ha precisato di aver già avuto richieste simili dal mese di gennaio 2019 e di averle sempre respinte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Consultori: indirizzi e orari a Torino

  • Auto sorpassa un tram, se ne trova un altro davanti e resta incastrata: linee deviate

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Divampa un incendio nel suo appartamento, donna muore intossicata

  • "Intesa Sanpaolo è nuda", gli Extinction Rebellion si spogliano davanti al grattacielo

Torna su
TorinoToday è in caricamento