Chiedono il pizzo alla collega per poter 'lavorare' nella loro stessa zona: arrestate due prostitute

Minacciata con un coltello

immagine di repertorio

Due prostitute albanesi, di 24 e 25 anni, residenti a Torino, sono state arrestate dai carabinieri della tenenza di Nichelino lunedì 4 marzo 2019 dopo che una loro collega, romena di 21 anni, ha denunciato un tentativo di estorsione: in sostanza, le avevano chiesto di pagare il pizzo per poter lavorare nella zona di Stupinigi. Successivamente la giovane era stata minacciata di morte per non avere pagato ancora la prima.

La vittima ha precisato di aver già avuto richieste simili dal mese di gennaio 2019 e di averle sempre respinte.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Mancano le autorizzazioni per vendere: chiusa la panetteria del centro commerciale

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Motociclista perde la vita dopo lo scontro con una macchina

Torna su
TorinoToday è in caricamento