Piscina Nord, sequestrato un carico di tartufi da 64mila euro

La scoperta l'ha fatta la polizia stradale che, insospettita dal comportamento dei proprietari, ha provveduto al controllo del veicolo

I tartufi sequestrati nell'area di servizio di Piscina Nord

Scoperto dalla polizia stradale un carico da 14 kg di tartufi bianchi, per un valore di 64mila euro. Venerdì 4 novembre gli agenti, presso l'area di servizio di Piscina Nord, insospettiti dall'atteggiamento di un gruppo di persone impegnate ad abbracciarsi e salutarsi dopo aver consumato all'autogrill, hanno fermato una Fiat Stilo sulla quale si stavano allontanando tre di queste.

I poliziotti hanno subito notato sul sedile posteriore dell'auto due grosse scatole di polistirolo incellofanate e chiuse con del nastro adesivo e alla domanda di cosa ci fosse dentro, un ragazzo rumeno 22enne, rispondeva che si trattava di funghi porcini provenienti dalla Romania, da consegnare allo zio, residente in Italia.

A confermare quanto detto dal nipote, un cittadino rumeno di 32 anni, residente a Pinerolo, sopraggiunto in quel momento.  A seguito di tali dichiarazioni e in assenza di qualunque documento che certificasse la provenienza del carico, gli agenti hanno richiesto sul posto l’intervento di personale specializzato dell’Asl mentre hanno provveduto all’apertura degli scatoloni e al controllo dei due colli. All’interno, non erano presenti dei funghi porcini, ma tartufi bianchi.

Un carico che secondo il personale dell'Asl, dove è stato poi trasportato, si aggirava attorno ai 64mila euro di valore. In seguito, il personale del Corpo Forestale dello Stato di Pinerolo ha sanzionato il cittadino rumeno ventiduenne per un importo di 1500 euro, in merito alla mancata rintracciabilità degli alimenti destinati al consumo umano. Contestualmente ha proceduto al sequestro amministrativo della merce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

  • Scontro fra tre veicoli, uno travolge un ciclista: muore sotto gli occhi della moglie

Torna su
TorinoToday è in caricamento