Il piromane colpisce ancora, altre due auto bruciate a Borgo Vittoria

Nei giorni scorsi i vigili del fuoco sono intervenuti in via Cardinal Massaia a causa di un rogo che ha colpito due auto. Intanto i roghi in città continuano ad aumentare

Due auto che bruciano, le fiamme che si alzano al cielo e l’intervento dei vigili del fuoco. Nel quartiere Borgo Vittoria è caccia al piromane che ha incendiato altri veicoli in via Cardinal Massaia, nei pressi dei giardinetti di via Vibò. A dare l’allarme sono stati alcuni residenti, svegliati di prima mattina dalla forte puzza di bruciato e dalle sirene delle volanti. Ai pompieri il compito di spegnere le fiamme ed evitare ulteriori danni ad altri veicoli in sosta. O magari ai bidoni o alle vetrine degli esercizi commerciali.

Un incendio che richiama alla mente quello di due mesi fa quando i residenti di via Coppino si svegliarono avvolti in un incubo. Con quattro auto bruciate e ridotti in cenere: una Lancia Y, una Fiat Punto, una Fiat Bravo e una Toyota Corolla. Auto parcheggiate una vicina all’altra. E ad appena un isolato di distanza la stessa sorte toccò un’altra Fiat Bravo situata davanti al civico 35 di via Campiglia.

“Erano mesi che qualcuno non veniva qua a bruciare le auto. Viviamo di nuovo nella paura, non è possibile andare avanti così” si sfoga un passante. Ma quello di via Cardinal Massaia, come raccontato in precedenza, è solo l’ultimo di una lunga serie di episodi sospetti. A febbraio cinque auto distrutte dalle fiamme hanno scatenato rabbia e indignazione dalle parti di via San Giorgio Canavese, a due passi da corso Francia e da Grugliasco. E tra i quartieri più colpiti figura anche Vanchiglietta con sei auto date alle fiamme, considerando i raid di via Oslavia e via Cadore.

“Secondo noi – racconta Luca, un pensionato del borgo - c’è qualcuno che si diverte a bruciare le auto”. Nel calderone vanno segnalate anche i roghi di corso Agnelli, via Volpiano, corso Giulio Cesare – nei pressi del parco Stura e strada della Barberina dove i vigili hanno trovato un camion rubato ed incendiato, appartenente ad una residente di zona Parella. Oltre ad otto bidoncini e raccoglitori bruciati. Cinque nei cortili delle case popolari di via Moncrivello, due in via Volpiano e uno in via Donato Bachi, in zona Mirafiori Sud.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento