“Non uccidete le tigri di Pinerolo”, petizione partita su Facebook

Animal Amnesty Italia, ha lanciato su Fb, tramite il sito Avaaz.org, che è la più grande ed efficace comunità online di campagne per il cambiamento, un appello accorato per salvare le tigri di Pinerolo

Animal Amnesty Italia, ha pubblicato ieri, tramite la famosa comunità online Avaaz.org, dedita proprio  a sostenere le campagne per il cambiamento,  una petizione per non uccidere le tigri di Pinerolo.

Nel testo che è stato pubblicato, oltre a raccontare l'accaduto, si chiede espressamente al popolo della rete di firmare, affinchè la tigre Samir colpevole dell'uccisione del custode, non venga uccisa. Animal Amnesty Italia sostiene che l'animale non è un' omicida così come le sue “compagne”, ma soltanto un essere vivente che ha reagito spinto dalla sua natura selvatica, e dal fatto di aver vissuto una vita intera in prigione, lontana dal suo habitat naturale.

Per firmare la petizione bisogna registrarsi al sito in questione. Ad ora le firme raccolte sono: 3.444 firme, con l'obiettivo di raggiungere in breve tempo le 5.000 richieste dall'associazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento