La nonna è morta da 10 anni, ma lui prende la sua pensione e fa la bella vita

Disoccupato ma faceva continui viaggi

immagine di repertorio

Riscuoteva ogni mese la pensione della nonna morta da dieci anni. A scoprire l'ennesimo furbetto della paghetta post-mortem, a fine marzo 2018, è stata la guardia di finanza, che ha denunciato un 40enne torinese, residente nella zona di Vanchiglia, che si è dimenticato di comunicare il decesso della parente percependo così 1.800 euro al mese che lo Stato le versava.

L'uomo è stato denunciato per indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato e nei suoi confronti è stato disposto il blocco del conto corrente (su cui sono depositati 50mila euro) e il sequestro di un immobile a lui intestato. L'ammontare della truffa, per quanto scoperto finora, è di 210mila euro.

Nonostante non avesse un lavoro, l'uomo faceva la bella vita e amava fare viaggi in oriente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Esplosione e incendio distruggono la tensostruttura, fiamme nei locali e nube di fumo

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento