Pronto Soccorso del Regina Margherita, papà-imprenditore dona le porte rapide

Le due porte si aprono con tempestività all'arrivo delle ambulanze in emergenza con a bordo i piccoli pazienti

Domenica 20 Novembre alle 11 è prevista l’inaugurazione di due porte rapide donate dall’azienda Luciano e installate presso la camera calda del Pronto soccorso dell'ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute di Torino. L'evento cade nella Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. In questa cornice l’azienda ha scelto di ufficializzare la donazione che nasce dal desiderio di un papà e di un'intera comunità di garantire la necessaria sicurezza nella struttura dove ogni giorno giungono bambini in precarie condizioni di salute.

“Ci siamo sentiti in dovere di intervenire, offrendo la nostra competenza e così garantendo gli standard di efficienza che consentono alle porte di aprirsi con tempestività all’arrivo delle ambulanze in emergenza con a bordo i piccoli pazienti” dichiarano dall'azienda cuneese Luciano. Le porte esistenti furono montate proprio dal titolare Giulio Valsania nel lontano 1999, quando lavorava come dipendente per l’azienda fornitrice.

Una notte dello scorso febbraio, mentre aspettava che la figlia venisse visitata, ha notato quanto le porte fossero usurate. Ha così manifestato la propria disponibilità a sostituire gratuitamente le porte rapide, contattando la Direzione generale ed i relativi responsabili tecnici operativi. L’accettazione non si è fatta attendere e, dopo gli accertamenti sulla compatibilità della porta con l’ambiente in questione, è partita la produzione e poi l’installazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Rapina in farmacia, poi arrivano i parenti del malvivente: 12 volanti per fermarli

  • La corsa al mare dei turisti torinesi finisce col litigio con i vicini, poi sono costretti a tornare a casa

  • Scontro tra moto e auto all'incrocio: militare dell'esercito morto sul colpo

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

  • Quarantena e fai da te: come tagliarsi (da sole/i) i capelli a casa

Torna su
TorinoToday è in caricamento