Sparatoria al distributore di corso Taranto: il benzinaio è fuori pericolo

Lo scorso 1° maggio lo stesso distributore di benzina aveva già subito un tentativo di rapina

E' cosciente e sta meglio Paolo Sarra, il benzinaio torinese che sabato 6 maggio, nel tentativo di una rapina a suo danno, è stato ferito a una gamba da un proiettile. L'uomo, dopo l'aggressione, è stato ricoverato all'ospedale San Giovanni Bosco nel reparto di chirurgia vascolare dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico all'arteria femorale.

Le sue condizioni sono in recupero anche se il personale medico non ha ancora sciolto la prognosi. L'uomo ha ammesso di aver subìto un grande spavento e raccontando la sua storia, ha sottolineato che "al 99% si trattava di italiani e potrebbero essere gli stessi che all'inizio di maggio hanno minacciato mio figlio". 

Proprio il 1°maggio infatti lo stesso distributore di benzina che si trova in corso Taranto al numero civico 130, aveva subito un altro tentativo di rapina. In entrambi i casi sembra non sia stato rubato nulla. Sui fatti indagano i carabinieri. 


 

Potrebbe interessarti

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

  • Auto sui binari del tram

  • Vuoi diventare una persona mattiniera? 6 consigli per un risveglio al top

I più letti della settimana

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Cade dal balcone di casa: muore appena arrivata in ospedale

  • Due torinesi muoiono in un incidente negli Stati Uniti: investiti da un tir dopo la caduta in moto

  • Moto si scontra con un motocarro: il centauro muore in breve tempo

  • Trovato morto nella sua auto nei campi: si è sparato un colpo di fucile

Torna su
TorinoToday è in caricamento