Sparatoria al distributore di corso Taranto: il benzinaio è fuori pericolo

Lo scorso 1° maggio lo stesso distributore di benzina aveva già subito un tentativo di rapina

E' cosciente e sta meglio Paolo Sarra, il benzinaio torinese che sabato 6 maggio, nel tentativo di una rapina a suo danno, è stato ferito a una gamba da un proiettile. L'uomo, dopo l'aggressione, è stato ricoverato all'ospedale San Giovanni Bosco nel reparto di chirurgia vascolare dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico all'arteria femorale.

Le sue condizioni sono in recupero anche se il personale medico non ha ancora sciolto la prognosi. L'uomo ha ammesso di aver subìto un grande spavento e raccontando la sua storia, ha sottolineato che "al 99% si trattava di italiani e potrebbero essere gli stessi che all'inizio di maggio hanno minacciato mio figlio". 

Proprio il 1°maggio infatti lo stesso distributore di benzina che si trova in corso Taranto al numero civico 130, aveva subito un altro tentativo di rapina. In entrambi i casi sembra non sia stato rubato nulla. Sui fatti indagano i carabinieri. 


 

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • Funghi, come raccoglierli in sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento