Cuccioli morti assiderati nel rio, trovata la mamma a Chieri

Avrebbe partorito venti giorni fa. Il proprietario potrebbe essere denunciato per abbandono, maltrattamento e uccisione di animali

I corpi dei cagnolini gettati nel ruscello

E’ stata sequestrata e portata al canile di Chieri la presunta mamma dei sette cuccioli morti dopo essere stati buttati nell'acqua ghiacciata del rio Vallero in via Montosolo a Chieri la settimana scorsa. 

A scoprirne i corpi sono stati due ragazzi che stavano facendo jogging. Quando li hanno tirati fuori erano ormai senza vita e non è restato loro altro che avvisare l'Enpa e i carabinieri. La morte è avvenuta per assideramento poco dopo che sono finiti nell'acqua.

La cagnetta individuata in una cascina della zona è stata visitata da un veterinario che avrebbe accertato che la bestiola ha partorito quasi un mese fa, in linea con l'età dei cuccioli morti.

I carabinieri che indagano sulla vicenda hanno richiesto alla procura un confronto del Dna della madre con i cuccioli: se l’esito sarà positivo il padrone del cane rischia una denuncia per abbandono, maltrattamento e uccisione di animali.

Il caso ha sconvolto Chieri e negli ultimi giorni diverse persone non hanno mai smesso di cercare e indagare per venire a capo della vicenda. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Ragazza investita dal treno, morta: è stato un incidente. Circolazione ferroviaria bloccata

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

Torna su
TorinoToday è in caricamento