Ospedale unico, Montagna: " La Regione deve scegliere l'area in fretta"

Il sindaco di Moncalieri, che appoggia la candidatura di Trofarello, fa un appello all'assessore Saitta

I sindaci di Trofarello e Moncalieri

"La Regione deve rispettare il cronoprogramma e scegliere entro fine mese l'area più idonea, per avviare lo studio di fattibilità, qualunque essa sia" ha detto Paolo Montagna sindaco di Moncalieri e presidente della conferenza dei sindaci che sostengono il progetto dell'Ospedale unico Asl To 5, facendo un appello all'assessore alla Sanità Antonio Saitta. 

Ieri sono scaduti i termini per la presentazione in Regione delle candidature delle possibili  aree adatte a ospitare il nuovo presidio ospedaliero e ora i tecnici dovranno sbrigarsi a sceglierne una. Otto le proposte in tutto e mentre i comuni della zona Chieri-Pecetto sono orientati a sostenere quella di Cambiano, Moncalieri appoggia a gran voce quella di Trofarello.

"Ma ben vengano le altre candidature: più ce ne sono, più avremo possibilità di veder realizzato l'ospedale - ha precisato ancora Montagna, cercando di non alimentare il vento di polemica del "chi sta con chi" -. L'obiettivo non è l'ospedale di Trofarello: l'obiettivo è l'ospedale unico. Per concretizzare c'è bisogno dei soldi e se non si rispettano i tempi, i finanziamenti non si sbloccano e l'obiettivo diventa difficilmente raggiungibile". 

E l'area individuata sul territorio di Trofarello, in zona Movicentro, sembrerebbe una delle candidate più appetibili. Situata a 200 mt dalla stazione, da dove ogni dieci minuti parte un treno per Torino, e al confine con Moncalieri, l'area è in posizione ottimale rispetto al sistema autostradale ed è baricentrica rispetto a tutti gli altri comuni che farebbero capo al nuovo ospedale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Inoltre si tratta di una superficie agricola che non necessita di costosi interventi di bonifica ambientale - ha detto il sindaco di Trofarello Gian Franco Visca - e in base alla classificazione del Pai, si tratta di un 2B, quindi di una zona a basso rischio idrogeologico. Per costruire qualcosa per i cittadini - ha concluso - bisogna lavorare in sinergia. Solo così l'obiettivo diventa raggiungibile". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Rapina in farmacia, poi arrivano i parenti del malvivente: 12 volanti per fermarli

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

  • Quarantena e fai da te: come tagliarsi (da sole/i) i capelli a casa

  • Annuncia di volersi suicidare: ripescato il suo corpo nel fiume

  • Il Comune lancia i buoni spesa: una piattaforma web e un call-center per l'accesso

Torna su
TorinoToday è in caricamento