Chieri, inaugurato il nuovo distretto sanitario. Investimento da 12 milioni

“Con i nuovi locali raggiungiamo l’obiettivo di una effettiva integrazione socio-sanitaria che è uno dei cardini della riforma che la Giunta regionale ha avviato in questa legislatura"

CHIERI - Il nuovo distretto sanitario è stato inaugurato. A tagliare il nastro dei nuovi locali è stato il Governatore della Regione Piemonte, Roberto Cota, e l'assessore alla Sanità, Ugo Cavallera.

Il nuovo impianto ha una superficie di quasi 15 mila metri quadrati, di cui la metà destinati ad ambulatori ed uffici e la restante parte ad autorimessa, e sono strettamente collegati all’ospedale. I locali comprendono il Centro prenotazioni uniche con 5 sportelli e sale di attesa, i locali della commissione di medicina legale, gli spazi del 118 (con locale autorimessa, ambulanza, soggiorno e due camere), gli ambulatori del distretto (neurologia, geriatria, dermatologia, cardiologia, oculista, dentista, otorino e chirurgia), due locali per l’assistenza domiciliare, un’area per la fisioterapia (con accettazione/segreteria, sala di attesa, tre studi medici, tre locali per le terapie manuali, uno per le terapie strumentali, quattro per la logopedia e tre palestre), il consultorio familiare, il centro prelievi, oltre agli uffici amministrativi, della direzione generale e ai parcheggi in grado di assicurare all’utenza comodità di accesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’inaugurazione - ha affermato Cota tagliando il nastro tricolore - rappresenta la dimostrazione concreta di come la medicina del territorio possa rappresentare una risposta efficace alle esigenze della sanità e dei cittadini piemontesi". L'investimento fatto per il nuovo distretto sanitario di Chieri è stato di oltre 12 milioni di euro. "Con i nuovi locali - ha spiegato Cavallera - raggiungiamo l’obiettivo di una effettiva integrazione socio-sanitaria che è uno dei cardini della riforma che la Giunta regionale ha avviato in questa legislatura e sulla quale intendiamo continuare a lavorare, favorendo un approccio complessivo dei problemi e delle relative soluzioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Rapina in farmacia, poi arrivano i parenti del malvivente: 12 volanti per fermarli

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

  • Quarantena e fai da te: come tagliarsi (da sole/i) i capelli a casa

  • Annuncia di volersi suicidare: ripescato il suo corpo nel fiume

  • Il Comune lancia i buoni spesa: una piattaforma web e un call-center per l'accesso

Torna su
TorinoToday è in caricamento