No Tav: blitz della polizia all'alba, arrestati manifestanti in tutta Italia

Un'operazione di polizia è scattata all'alba in tutta Italia per l'esecuzione di oltre 30 ordinanze di custodia cautelare in relazione agli incidenti avvenuti lo scorso 3 luglio in Val Susa contro la linea ferroviaria Tav Torino-Lione

Un'operazione scattata all'alba ha portato all'arresto di oltre 30 manifestanti No Tav in varie città italiane per gli incidenti avvenuti lo scorso 3 luglio in Val Susa. I reati contestati sono lesioni, violenza, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. In quegli scontri rimasero feriti più di 200 uomini delle forze dell'ordine e decine di manifestanti. In Piemonte il maggior numero di persone contro cui è stata emessa l'ordinanza di custodia cautelare, ma il blitz è scattato anche nelle province di Asti, Milano, Trento, Palermo, Roma, Padova, Genova, Pistoia, Cremona, Macerata, Biella, Bergamo, Parma e Modena.

Nell'operazione è stata perquisita anche l'abitazione di un consigliere comunale di Villarfocchiardo, un paese della Valle di Susa. Appresa la notizia, alcuni attivisti del movimento No Tav si sono radunati nel paese del consigliere, da cui hanno fatto sapere che gli avvocati del 'legal-team' del movimento No Tav sono già al lavoro per assistere alcuni degli arrestati. Sempre nell'ambito della stessa operazione sono stati perquisiti anche alcuni centri sociali di Torino e del circondario.

ALBERTO PERINO - "Il movimento No Tav è stato colpito perché è diventato il faro della protesta e colpendolo pesantemente con questi arresti si è voluto dare un messaggio a tutti gli altri movimenti che alzano la testa per difendere i loro diritti. L'altra ragione per cui si è voluto colpire il movimento No Tav - ha aggiunto Perino - è farlo passare non per un movimento popolare ma per un gruppo infiltrato e gestito dall'ala antagonista italiana. Non a caso, gli arrestati valsusini sono soltanto due, un barbiere e un consigliere comunale. Vogliono far passare - ha concluso - il messaggio che il nostro movimento non è radicato sul territorio, ma avulso e infiltrato". (Ansa)

Il Sindacato di Polizia chiederà il risarcimento dei danni causati dai No Tav

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

Torna su
TorinoToday è in caricamento