Intimidazioni e attentati, operazione contro la 'ndrangheta: 16 arresti

Nel mirino anche la giunta

Immagine di repertorio

Questa mattina, lunedì 18 marzo 2019, la guardia di finanza e i  carabinieri hanno arrestato 16 persone in un'operazione contro la 'ndrangheta focalizzata nella zona di Carmagnola. Quasi tutte sono state raggiunte da un ordine di custodia cautelare in carcere, tranne uno che è stato arrestato nel corso delle operazioni.

Per 13 persone l'accusa è di associazione per delinquere di stampo mafioso. Due imprenditori, invece, sono stati arrestati per concorso esterno in associazione mafiosa. L'ultima persona è stata fermata invece nel corso dell'operazione, sempre per associazione per delinquere di stampo mafioso. Sono stati eseguiti sequestri di beni per 45 milioni. Gli interventi sono avvenuti a Moncalieri, Carignano, Alba, Carmagnola (dove è stato sequestrato un distributore di carburanti ritenuto luogo di incontro tra gli esponenti della cosca) e Sommariva Bosco.

L'indagine è partita da due attentati avvenuti nel 2012 ai danni di due concessionarie di auto di Carmagnola. Si era rilevata la presenza, in queste due attività, di persone con legami con le cosche di Sant'Onofrio (Vibo Valentia). Il titolare delle due concessionarie è tra gli arrestati di questa mattina.

A Carmagnola erano avvenuti anche attentati contro esponenti della giunta che intendeva adottare provvedimenti di limitazione contro le slot machines, che era uno dei business principali dell'organizzazione criminale insieme a estorsioni (in particolare operazioni di recupero crediti su commissione, in cui l'organizzazione tratteneva una percentuale) e gestione degli appalti.

L'inchiesta, condotta dallo Scico della guardia di finanza e dal Ros dei carabinieri, è stata coordinata dal procuratore aggiunto Anna Maria Loreto e dai suoi sostituti Monica Abbatecola Paolo Toso.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • YTT=Yesterday, Today, Tomorrow... lungi da me l'intenzione di attribuirmi una qualche importanza, beninteso, mi stupisce ed infastidisce casomai l'importanza e l'attenzione che mi dedica la redazione di Torino today :passi(visto il livello, anche di conoscenza della lingua italiana) che mi si blocchi un account per "commenti ed insulti razzisti", benché l'accusa sia assurda(... patriottico senz'altro, nazionalista in senso buono certamente, ma fascista/razzista no, purtroppo vallo a far capire a chi preferisce inventarsi accuse, scuse, e addirittura bloccare account pur di evitare ragionamenti aldilà delle proprie capacità intellettuali, in assenza oltretutto di argomenti....), già che me ne si blocchi altri 4 per "nessun motivo specificato" scade abbondantemente nel ridicolo, ma che si arrivi a bloccarmene addirittura uno per "commenti senza senso" (!) in un sito che permette l'inserimento dei deliri di profili fake gestiti da troll che, vedi il Richy della situazione, addirittura non riescono a mettere insieme frasi composte da più di tre lettere(... Rip, un classico per tutte le stagioni...) se non copiando ed incollando a casaccio,fa veramente dubitare della sanità mentale degli aspiranti giornalisti.... ciliegina sulla torta, ovviamente, il fatto che aprire nuovi account, oltre ad essere legittimo, sia tutt'altro che difficoltoso... ma no, per qualcuno pare essere diventata una questione personale, e poco importa se altri utenti-loro magari sì - scrivono commenti ben più estremi dei miei, l'importante è bandire il sottoscritto...beh, io per principio (democrazia, mai sentito parlarne?) non dò la soddisfazione a chi non ha il coraggio delle proprie azioni di nascondersi e negarsi ad un confronto civile, quindi in merito a questo articolo ecco il mio commento:... avete già evidenziato la cosa...

  • Terr..un com'è al solito no hanno voglia di fare un casso terrú...n = zingar....o

  • I soliti "calabrotti"!!

  • Un buon giornale , DEVE esporre nomi e cognomi ... ma qui la cronaca ha evidente paura... testata di pagliacci

  • giudici, mi taccomando, a questi personaggi domiciliari e poi liberi per mancanza di prove

  • ovvio nomi e cognomi omertà.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tragedia in cantiere: operaio muore sotto il crollo di uno scavo

  • Attualità

    La mongolfiera di Borgo Dora continuerà a volare: c'è un compratore

  • Cronaca

    Compensi troppo bassi per presidenti di seggio e scrutatori: si teme per la defezione di massa

  • Cronaca

    Fuggono per eludere i controlli: due uomini di Torino bloccano l'aeroporto di Bologna per quasi due ore

I più letti della settimana

  • Più 42 nuovi negozi e 600 addetti: Settimo Cielo è il parco commerciale più grande d’Italia

  • Investita da un’auto mentre attraversa la strada: donna morta

  • Investita all'ultimo mese di gravidanza: caccia al pirata della strada. Poi parto miracoloso in ospedale

  • Tragedia nell'azienda: morto un giovane ingegnere

  • Una città intera piange Mattia: aveva solamente sei anni

  • Brutto incidente in tangenziale: ragazza in ospedale, traffico paralizzato

Torna su
TorinoToday è in caricamento