'Ndrangheta e riciclaggio in provincia di Torino: quattro condanne

Altre sei persone sono state rinviate a giudizio. L'inchiesta dei pm Roberto Sparagna e Monica Abbatecola ruota intorno a una società di Rivarossa, in provincia di Torino

Sono quattro le condanne a pene tra due e cinque anni inflitte dal gup di Torino Anna Ricci in un processo per il riciclaggio di denaro sporco da parte della 'ndrangheta in provincia di Torino.

Altre sei persone, tra cui padre M.l., noto come 'Padre Rambo' per la sua passione per le arti marziali, sono state rinviate a giudizio. L'operazione, effettuata dai carabinieri nel 2010, aveva portato al sequestro di beni per 20 milioni.

L'inchiesta, condotta dai pm Roberto Sparagna e Monica Abbatecola, ruota intorno a una società di Rivarossa (Torino), secondo l'accusa creata, nel 1982, per gestire il patrimonio frutto di attività illecite.  "Padre Rambo" ne è stato titolare dal 2001 al 2005.

D.M., da anni in carcere per omicidio e altri reati, ritenuto il coordinatore dell'attività, è stato condannato a cinque anni; P.A. a quattro anni; R.M. a tre anni e mezzo; L.M. a due anni.

'NDRANGHETA NEL TORINESE

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Ambulante positivo al coronavirus va al mercato a vendere frutta e verdura: denunciato

  • Tragedia nel bosco: ragazzina di 16 anni trovata impiccata a un albero

  • "L'abbraccio tricolore" delle Frecce, lo spettacolo nel cielo di Torino: foto e video

  • Uccide una donna a colpi di pistola nel piazzale del supermercato, poi si costituisce

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

Torna su
TorinoToday è in caricamento