Dopo il caos a Cuorgné, il Nas fa visita a quattro ospedali della zona

Il blitz dei carabinieri nei pronto soccorso. Il direttore dell'Asl To4: "Facciamo bandi, ma i medici non vengono"

L'ospedale di Cuorgné

I carabinieri del nucleo antisofisticazione hanno fatto visita, lo scorso martedì 14 febbraio 2017, al pronto soccorso dell'ospedale di Cuorgné.

Analoghi controlli sono avvenuti in altri tre presidi dell'Asl To4: Ivrea, Cirié e Chivasso. Secondo la direzione sanitaria dell'azienda, non sarebbe stata rilevata alcuna anomalia.

A Cuorgné, però, la visita è stata particolarmente mirata dopo che, la sera di lunedì 6 febbraio, si era scatenato il parapiglia tra i pazienti in attesa e i medici, con l'intervento dei carabinieri per riportare la calma.

"Nonostante i bandi emessi - dice il direttore generale Lorenzo Ardissone - non troviamo del personale medico che voglia partecipare, visto che il ruolo del medico di pronto soccorso è molto complesso".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Gli negano 10 euro e vengono presi a pugni, identificato l’aggressore

    • Cronaca

      Arriva al pronto soccorso con una freccia conficcata nel collo, 40enne salvato

    • Cronaca

      Strage dell'Heysel, una piazza ricorderà le 39 vittime di Bruxelles

    • Cronaca

      Troppi incidenti mortali in piazzale Romolo e Remo, scatta l'appello per i controlli

    I più letti della settimana

    • Schianto devastante all'incrocio, morto un pensionato

    • Finita l'emergenza in via Borgaro: i carabinieri entrano in casa del folle

    • Si barrica in casa, minaccia di suicidarsi e trasmette in diretta su Facebook

    • Tragedia sfiorata a due passi dalla Gran Madre: crolla il tetto di una palazzina

    • Giovane accoltellato all'interno del bar, è molto grave

    • Il folle barricato non desiste: via Borgaro in scacco da mezza giornata

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento