Tutto il Canavese piange Walter Pregno, schiantatosi col suo aliante

A Bairo gestiva l'azienda di produzione di ferri di cavallo e un agriturismo, era stato il primo pilota disabile a ottenere il brevetto come normodotato

Walter Pregno aveva 44 anni ed era conosciuto e benvoluto da tutti

Cordoglio in tutto il Canavese per la scomparsa di Walter Pregno, l'imprenditore di Bairo rimasto vittima di un incidente con il suo aliante a Riva Valdobbia (Vercelli) nel pomeriggio di sabato 10 giugno 2017.

L'uomo, 44 anni, era titolare insieme al fratello Flavio della Fifpe, azienda produttrice ferri di cavallo e articoli per maniscalchi. La sua famiglia è nota anche per la gestione dell'agriturismo Il Mulino di Bairo del paese, che è stato ristrutturato di recente. Nonostante fosse disabile, era stato il primo pilota di aliante a ottenere il brevetto come normodotato. Praticava quello sport da oltre 20 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Su Facebook si stanno moltiplicando i messaggi di chi lo ha conosciuto e gli ha voluto bene. "Walter era una grandissima persona, dall'entusiasmo e dalla determinazione contagianti - racconta un conoscente -. Era sempre pronto ad aiutare tutti. Il mio pensiero e una preghiera vanno a lui, ai suoi cari, ai suoi figli e agli amici valdostani, colpiti da questa terribile tragedia. Riposi in pace".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • La corsa al mare dei turisti torinesi finisce col litigio con i vicini, poi sono costretti a tornare a casa

  • Scontro tra moto e auto all'incrocio: militare dell'esercito morto sul colpo

  • Allarme all'ora di pranzo: auto dei carabinieri finisce contro un negozio

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

  • Quarantena e fai da te: come tagliarsi (da sole/i) i capelli a casa

Torna su
TorinoToday è in caricamento