Addio a Paolino, ucciso da un malore mentre era sulla sua inseparabile bicicletta

Lo piange l'intera comunità

Paolo Negato, per tutti era Paolino (foto da Facebook di Alessio Gaiotti)

La comunità di La Loggia piange Paolo Negato, 60enne morto nella mattinata di ieri, lunedì 9 dicembre 2019, per un malore mentre si trovava sulla sua inseparabile bicicletta vicino al Mercatò di via Carignano.

Per tutti era Paolino. "Una persona di cuore, un grande lavoratore", lo ricordano i conoscenti su Facebook, dove sottolineano anche però la vita povera che conduceva, arrangiandosi facendo lavori utili nelle case dei cittadini.

Dopo una prima caduta, è stato soccorso dagli addetti alla nettezza urbana, che lo hanno fatto rialzare e lo hanno fatto sedere su un muretto. Lui li ha rassicurati e loro sono andati via.

Poco dopo, però, ha inforcato nuovamente la bici ed è stato colto da un secondo attacco perdendo i sensi. Inutili tutti i soccorsi dei sanitari del 118. Sul posto sono intervenuti anche sanitari e carabinieri.

Sul corpo non dovrebbe venire eseguita alcuna autopsia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

  • Velocità rilevata con autovelox e telelaser: le vie interessate dai possibili controlli

Torna su
TorinoToday è in caricamento