Operaio colpito da una sbarra mentre fa lavori in un pozzo, è morto

L'incidente è avvenuto a Gravere. Per la vittima, Giuseppe Macrì, fatale il crollo di una paratia. Ferite altre due persone

Un operaio di 60 anni residente a Chiaverano, Giuseppe Macrì, è morto e altri due sono rimasti feriti nel pomeriggio oggi, mercoledì 25 gennaio 2017, mentre eseguivano lavori all'interno di una condotta dell'acquedotto a Gravere.

Secondo una prima ricostruzione dei soccorritori, l'uomo, che lavorava per la ditta Mattioda di Cuorgné, che stava lavorando per conto della Smat, per verificare la tenuta della condotta in pressione, è stato colpito da una sbarra d'acciao a causa del cedimento di una paratia mentre si trovava sul fondo, è caduto nell'acqua e non è più riemerso. Le operazioni di recupero effettuate dai vigili del fuoco sono state lunghe.

Per consentire l'intervento di recupero, sulla statale 24 all'altezza del km 58, è stato necessario chiudere un tratto di strada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull'accaduto indaga lo Spresal dell'Asl To3. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • Investe una donna sulle strisce con lo scooter e cade: centauro morto in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento