Dramma a Moncalieri: imprenditore annega in una vasca del suo vivaio

A scoprire il corpo senza vita di Giuseppe Cargnino è stato il figlio Simone. La vittima era un imprenditore florovivaistico da oltre trent'anni e aveva diversi vivai nel torinese. E' annegato in quello di corso Savona

Ha perso la vita annegando in una vasca realizzata all'interno di uno dei vivai della sua azienda. Giuseppe Cargnino, 64 anni, imprenditore da oltre trent'anni nel mondo florovivaistico, stava facendo il giro nella struttura costruita di Moncalieri quando è accidentalmente caduto dentro la vasca. Le pareti scivolose di nylon e la mancanza di appigli hanno reso inutile ogni suo tentativo di uscire dalla vasca.

A scoprire il corpo ormai privo di vita è stato il figlio Simone. Quest'ultimo, preoccupato per la mancanza di notizie del padre ormai da diverse ore, si era messo alla sua ricerca, fino al ritrovamento nel vivaio di corso Savona. Sul posto sono rapidamente arrivati i soccorsi, ma il cuore dell'imprenditore aveva ormai smesso di battere.

Le prime ipotesi dei Carabinieri parlano di una caduta accidentale, ma è stato richiesto anche l'intervento del medico legale per appurare che all'origine del dramma non ci sia un malore improvviso che potrebbe aver colto Giuseppe Cargnino quando si trovava di fianco alla vasca. Quest'ultima era stata costruita per recuperare l'acqua utilizzata per l'irrigazione dei fiori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno nella notte: bruciano cataste di carta nella ditta, le ceneri volano sui balconi

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento