Addio a Gian Franco Bianco, il volto Tg3 Piemonte

Il giornalista Rai è deceduto nella notte a 64 anni all'Hospice di Busca

Il giornalismo piemontese è in lutto per la morte di Gianfranco Bianco, 64 anni, noto volto del Tg regionale Rai. Il conduttore è deceduto nella notte all’Hospice di Busca (Cn).

Tre anni fa era stato colpito da un tumore ed era in pensione da un anno. Prima di approdare alla Rai Bianco ha lavorato per il settimanale diocesano “La Fedeltà” di Fossano (Cn) e alla redazione cuneese della Gazzetta del Popolo. 

Classe 1952, Bianco per oltre 30 anni è stato il volto e la voce del Tg3 regionale. Negli ultimi anni la malattia ha costretto il conduttore a ridurre la sua attività, ma il calvario non gli ha impedito, nel 2014, di tornare sul palco del Concerto di Ferragosto, una delle sue "creature" per l'ultima diretta dalle montagne di Elva, nel Cuneese, la sua provincia.

Il collega storico al Tg3 Orlando Perera lo saluta dal profilo facebook: “Lasciatemi dire il mio profondo dolore. Gianfranco Bianco grande collega e amico è morto ieri sera. Da tre anni lottava contro il tumore che lo aveva colpito a un polmone. Ci eravamo conosciuti all'inizio della nostra carriera, lui è arrivato in RAI qualche anno dopo di me. Ma è schizzato subito in testa per la sua enorme capacità di lavoro, il suo impegno instancabile, un talento raro per la notizia e per il modo di raccontarla nel linguaggio televisivo. Era il volto più noto tra noi conduttori del TG regionale, era assai più bravo di me nel rappresentare l'anima del Piemonte, aveva un modo semplice e genuino di porgere, unito sempre a un severo controllo della notizia. Si era occupato di tutto, poliedrico e veloce come pochi, non c'è stato avvenimento importante in Piemonte negli ultimi trent'anni che non lo abbia visto in prima fila, senza un momento di stanchezza. Mai l'ho sentito dire un'inesattezza, un errore. Tutti lo stimavamo, e gli volevamo bene. Tra l'altro era anche una persona profondamente per bene, e per me un vero, caro amico. Gian, ti ricordi quanti bei casini insieme, quante cene, quante risate? Come è finita male. Che la terra, la terra del tuo Piemonte, ti sia lieve”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il cordoglio del presidente della regione Sergio Chiamparino: "La scomparsa di Gian Franco Bianco lascia un grande vuoto nel mondo dell’informazione piemontese: era un attento cronista, dai modi garbati e a tratti ironici, un profondo conoscitore del nostro territorio, vicino alle persone e alle storie che raccontava dal piccolo schermo. Un giornalista amato, che descrisse con attenzione il Piemonte e Torino, seguendo da vicino i grandi e piccoli fatti che ne tratteggiarono la trasformazione degli ultimi trent’anni, non ultima la straordinaria esperienza delle Olimpiadi Invernali del 2006. Alla famiglia e ai suoi cari vanno la mia vicinanza e il mio cordoglio, assieme a quelli di tutti i piemontesi per i quali il suo volto e la sua voce erano diventati negli anni una familiare presenza."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insetti in casa: la scutigera, l'insetto (utilissimo) che mangia gli altri insetti

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • L'eclissi penombrale della Luna Fragola: questa sera il vero spettacolo è nel cielo

  • Tempesta sul Torinese: zone allagate, paesaggi imbiancati e numerosi disagi

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia nel palazzo: morto dopo essere caduto nel vano ascensore

Torna su
TorinoToday è in caricamento