Sparatoria a Montalenghe, morto in ospedale l'uomo ferito

Colpito anche un carabiniere

Gabriele Raimondi

Non ce l'ha fatta l'uomo rimasto ferito sabato 30 settembre in una sparatoria a Montalenghe. Gabriele Raimondi, 47 anni di San Giusto Canavese di etnia sinti, è stato colpito all'addome ed è morto nella notte al Cto. L'uomo, che aveva qualche precedente penale risalente a diversi anni fa, si trovava nel cortile della villetta - il cui proprietario è un parente - quando gli aggressori sono arrivati a bordo di un furgone bianco e hanno iniziato a sparare.

Non è grave invece il carabiniere del nucleo operativo di Ivrea, colpito dalla sparatoria mentre si trovava all'interno dell'abitazione per un sopralluogo. Ieri sera il militare ha ricevuto la visita del comandante provinciale dei carabinieri Emanuele De Santis.  

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • La salute prima delle vacanze, boom di check-up al Koelliker

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

I più letti della settimana

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Seconda giornata di maltempo: la tromba d'aria si sposta, altri danni

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Bomba d’acqua nella cintura sud-est di Torino: tetti scoperchiati, allagamenti e alberi caduti

  • Due auto e una moto si scontrano: feriti i tre conducenti, strada chiusa

  • L'auto sbanda, va contro il guardrail poi finisce fuori strada: morti marito e moglie

Torna su
TorinoToday è in caricamento