Straniero trovato morto nel centro di permanenza e rimpatrio: i risultati dell’autopsia

Confermato quanto emerso dai primi accertamenti medici

Il centro di permanenza e rimpatrio di corso Brunelleschi“

Le indagini della Squadra Mobile della Questura di Torino, coordinate dalla locale Procura della Repubblica e partite immediatamente dopo il decesso del 32enne bengalese morto all'interno del centro di permanenza e rimpatrio di via Santa Maria Mazzarello, escludono qualsiasi ipotesi delittuosa. Il suo corpo era stato trovato nella mattinata di lunedì 8 luglio 2019 all'interno dell'infermeria del complesso.

I risultati dell’esame autoptico hanno confermato quanto emerso dai primi accertamenti medici sul cadavere del 32enne. La causa del decesso è riconducibile ad un improvviso arresto cardiaco: sul corpo, infatti, sono stati riscontrati i segni tipici di una morte per infarto. 

Nessun segno di violenza, invece, o di lesioni da difesa; negativi gli accertamenti tossicologici effettuati.
 

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Detrito come un proiettile trapassa un'auto da parte a parte: conducente illeso per miracolo

Torna su
TorinoToday è in caricamento