Tragedia al centro d'accoglienza: trovato il corpo di un ragazzo

Caos durante la rimozione della salma

Il luogo della tragedia

Un camerunese di 28 anni è morto per cause naturali nella giornata di ieri, mercoledì 15 novembre 2017, nel centro di accoglienza per richiedenti asilo L'Isola di Ariel di via Aquila 21, dove abitava.

Dopo il ritrovamento del cadavere, in serata, una decina di ospiti della struttura ha cercato di impedirne il trasporto verso il furgone dell'agenzia di pompe funebri. Per questa ragione sono intervenute alcune pattuglie dei carabinieri, che sono riuscite, non senza qualche difficoltà, a contenere le proteste le cui ragioni non sono chiare.

Intanto il medico legale ha escluso segni di violenza sul corpo. Il ragazzo, inoltre, era stato ricoverato in ospedale due volte, nei mesi precedenti, per disfunzioni respiratorie.

Il magistrato di turno, in ogni caso, ha disposto l'autopsia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Emergenza smog: continua lo stop a tutti i veicoli diesel fino agli Euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento