Un volo fatale di 400 metri: è morto l'escursionista disperso sul Rocciamelone

In corso le operazioni di recupero della salma in condizioni di precaria visibilità. Andrea Stra, 46 anni, abitava a Moncalieri

Il rocciamelone (immagine di repertorio)

E' morto precipitando per 400 metri in un crepaccio Andrea Stra, il 46enne di Moncalieri di cui mancavano notizie da ieri, quando era uscito per un'escursione sul Rocciamelone.

Il suo corpo è stato individuato in un crepaccio a un'altitudine di 3.070 metri, mentre la sommità da cui è caduto è a circa 3.500 metri.

Sul posto stanno lavorando i vigili del fuoco e il soccorso alpino, che operano in condizioni rese a dir poco proibitive dalla mancanza di visibilità.

Stra, che lavorava come istruttore di nuoto alla piscina comunale di Nichelino, era noto per la sua attività di fotografo. Aveva esposto anche alla Biennale di Venezia, oltre che a Genova e Torino. Si contraddistingueva per gli scatti in bianconero che faceva un po' da tutto il mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • L'ex miss Italia e madrina di Torino 2006 investita: necessario intervento al naso

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento