Folgorato ad Avigliana, muore dopo 23 giorni di agonia al Cto

Lo scorso 10 dicembre Adrian Olaru è stato investito da una scossa da 15.000 volts mentre lavorava. Nonostante i diversi interventi i medici non sono riusciti a salvarlo

I medici non sono riusciti a fare il miracolo e l'elettricista romeno di 37 anni Adrian Olaru è morto all'ospedale Cto di Torino dopo 23 giorni di agonia. Lo scorso 10 aprile l'uomo stava lavorando in una cabina elettrica dell'Enel ad Avigliana quando è stato investito all'improvviso da una scarica elettrica da 15.000 volts.

Dopo l'incidente era stato trasportato in ospedale con l'elisoccorso. Le sue condizioni erano parse da subito disperate ai medici, i quali lo hanno sottoposto a più interventi chirurgici per salvargli la vita, ma senza riuscirci.

Potrebbe interessarti

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

  • Il Farò di San Giovanni, speriamo che la pira caschi dalla parte giusta!

  • Il gelato secondo i torinesi: dibattito aperto alla ricerca della gelateria preferita

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

I più letti della settimana

  • Il destino è stato più veloce di Luigi, che era appena diventato papà di una bambina

  • Morto in casa da giorni, i suoi cani sbranano il corpo

  • Tragedia nel cortile: bimba piccola investita dall'auto della mamma, morta

  • Alimenti putrefatti, blatte, scarafaggi ed escrementi: chiuso il panificio-pasticceria

  • Meteo: addio ai temporali, arriva il super caldo

  • Terremoto in tarda serata, trema mezza provincia ma nessun danno

Torna su
TorinoToday è in caricamento