Addio Fabrizio Frizzi, le torinesi Parietti e Ventura: “Eri un sole, una persona umile e meravigliosa”

Il conduttore televisivo aveva 60 anni

Fabrizio Frizzi con Alba Parietti (Foto Instagram Parietti)

È morto nella notte Fabrizio Frizzi a soli 60 anni all'ospedale Sant'Andrea di Roma a seguito di una emorragia cerebrale. Lascia la moglie Carlotta e la figlia Stella di 5 anni. Piangono migliaia di telespettatori, amici e parenti del popolare conduttore colpito da malore mentre si trovava negli studi del quiz “L’eredità” nel mese di ottobre.

E’ in lutto anche la Rai: "Con Fabrizio se ne va un pezzo di noi, della nostra storia, del nostro quotidiano". A Torino Frizzi aveva presentato e commentato alcune partite della Nazionale Cantanti allo Stadium. 

Sconvolti dalla notizia sono anche i colleghi e chi l’ha conosciuto come le torinesi Simona Ventura e Alba Parietti e l'ex sindaco della città Piero Fassino: "Un saluto a Fabrizio Frizzi che con passione, garbo e ironia ci ha dimostrato, in tempi di aggressività mediatica, che si può offrire ai cittadini una televisione serena e amica".

“Piango, non solo un collega, ma una persona eccezionale, buona, corretta e generosa. Davvero una rarità nel nostro mondo e nella società di oggi. Piango si, anche di rabbia. La vita è profondamente ingiusta. Buon viaggio” scrive Simona Ventura.

Screenshot (438)-2

Alba Parietti ricorda, invece, l’ultimo incontro con Fabrizio: “Caro Fabrizio, ci siamo visti non molti giorni fa, al funerale di Bibi, ci siamo incontrati sulla porta della Chiesa mentre stavamo uscendo. Tu mi hai abbracciato. Ci siamo stretti in un abbraccio, guardati, tu hai detto solo “Vado via, adesso .... è tutto così triste”, ti ho visto uscire, da solo e camminare verso fuori... come se camminassi verso l’infinito , ti sei tolto il cappello e scorgendo la tua nuca, che portava ancora i segni della tua battaglia contro ciò che oggi, purtroppo sappiamo ti ha portato via ti ho visto andartene. Sentivo che non ti avrei più visto”.

Conclude Parietti: “Sono tremendamente dispiaciuta e addolorata. Eri un sole, un sorriso e una persona gentile, umile e meravigliosa. Così ti ricorderò per sempre. Addio Caro Fabrizio mancherai a tutti. Ti volevo bene perché era impossibile non volertene. Alba”.

Screenshot (444)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento