Salvati ma morti poche ore dopo: "I cuccioli non sono sopravvissuti"

Erano stati salvati sabato sera da carabinieri e vigili del fuoco. Gli otto cuccioli di cane gettati in un dirupo non ce l'hanno però fatta e sono morti nel canile di Caluso che si era presa cura di loro

Non ce l'hanno fatta gli otto cuccioli di cane salvati a Quincinetto

I carabinieri e i vigili del fuoco li avevano salvati recuperandoli dal greto del torrente Renanchio a Quincinetto, vicino Ivrea. Ma la sorte degli otto cuccioli di cane non è stata affatto benevola e poche ore fa sono morti.

Questa è la brutta notizia che arriva direttamente dal Canile di Caluso a cui i cagnolini erano stati affidati dopo il salvataggio. "I cuccioli purtroppo non sono sopravvissuti - dicono dal canile aggiungendo -. Siamo addolorati e facciamo i complimenti a chi ha compiuto questo gesto". I carabinieri attualmente stanno indagando per risalire a colui che ha gettato la scatola, con i piccoli animali all'interno, giù dal dirupo. Difficile risalire velocemente alla sua identità, pochi gli elementi a disposizione dei militari, uno di questi è che l'auto sarebbe una Skoda bianca.

Il recupero dei cuccioli era avvenuto nella serata di sabato sull sp. 69 a Quincinetto. Sul posto erano prima intervenuti i carabinieri di Settimo Vittone (su segnalazione di un cittadino) e poi i vigili del fuoco che avevano recuperato la scatola precipitata per una decina di metri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

Torna su
TorinoToday è in caricamento