Val Susa, trovati morti i due escursionisti dispersi da venerdì

Sono scivolati in un dirupo, a quasi 2mila metri d'altezza, i due amici di 59 e 72 anni di Rivoli

Fiorenzo Praturlon e Roberto Rolfini

Con le prime luci della giornata di sabato i soccorritori hanno potuto scoprire quanto accaduto sul monte Civrari. I due escursionisti dispersi da venerdì sono stati avvistati in fondo a un dirupo, senza vita.

Si tratta di due amici appassionati di gite in montagna entrambi residenti a Rivoli. Sono Fiorenzo Praturlon, 72 anni originario della provincia di Udine, e del 59enne Roberto Rolfini.

Le ricerche dei due escursionisti dispersi sui monti di Rubiana sono partite nel tardo pomeriggio di venerdì quando la figlia di uno dei due non ha visto tornare a casa il padre e ha lanciato l’allarme. L'incidente è avvenuto su percorso a circa 2.000 metri d'altezza sopra Rubiana.

I corpi dei due escursionisti sono stati recuperati dalle squadre del soccorso alpino e della finanza di Bardonecchia questa mattina intorno alle 9. Erano al fondo di un canalone. Le operazioni di recupero sono state rese difficili dalle cattive condizioni meteo. Probabilmente le due vittime sono scivolate nel pomeriggio di venerdì precipitando per oltre 150 metri.

Da quando è scatto l’allarme, alle 17.30 di venerdì, sono stati subito organizzati i soccorsi. Erano presenti in borgata Favella i volontari della croce rossa, uomini del soccorso alpino, vigili del fuoco e carabinieri. Alle 19.10 è stata individuata l'automobile con cui i due escursionisti erano giunti in loco: si trovava parcheggiata in borgata Favella nel Comune di Rubiana. 

Successivamente, con l'aiuto delle Unità Cinofile da Ricerca di Superficie,  sono iniziate le ricerche lungo i sentieri che salgono in quota. Intorno alle 22.30 un cane ha rilevato una traccia lungo il sentiero che conduce al Colle della Croce, ma a causa del buio e della neve non era possibile spingersi più in alto. Le ricerche sono comunque proseguite per tutta la notte al di sotto del limite della neve finché, con il sopraggiungere dell'alba, questa mattina, le squadre hanno potuto scandagliare anche i versanti innevati.

I tecnici del SASP si sono spinti oltre il Colle della Croce individuando nella neve le tracce di salita degli escursionisti che conducevano alla Punta della Croce (2234 m), una cima più bassa che sorge a sud del Monte Civrari. Mentre ripercorrevano le orme dei due escursionisti, lungo la discesa intorno a quota 2100 m si sono imbattuti nei segni di una scivolata e, intorno alle 6.30, individuavano più a valle i corpi dei due rivolesi, deceduti a causa dei traumi riportati durante la caduta. 


praturlon-fiorenzo-2rolfini-roberto-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento