Il paese dice addio a Erika, la studentessa che sognava un'esperienza all'estero

Morta nell'assurdo incidente

Erika Russo Testagrossa aveva soltanto 18 anni

Non si è ancora spento l'eco della tragedia della notte di domenica 3 novembre 2019, quando Erika Russo Testagrossa, di appena 18 anni, è morta impiccata alla cancellata della casa dove abitava, in via Canton Prelle 4 a Loranzé.

I suoi funerali si terranno giovedì 7 alle 15 nella chiesa parrocchiale del paese.

La giovane frequentava l’ultimo anno dell’istituto alberghiero a Cavaglià, nel Biellese, con specializzazione nei servizi di sala. Aveva già fatto alcune piccole esperienze di lavoro in Italia e all'estero. La sua speranza era di trasferirsi, un giorno, chissà dove (gli amici dicono che amava la Spagna).

Ad aprile e a settembre aveva partecipato alle giornate di festa dei coscritti, con una ventina di altri ragazzi. Sabato notte era andata con le amiche allo Shake Club di Ivrea per un altro raduno di ragazzi.

Lascia il papà Mauro, la mamma Tiziana e la sorella maggiore Anna.

"Buon viaggio cara nostra Erika. Il tuo ricordo vivrà per sempre nei nostri cuori", scrive l'istituto alberghiero sul suo sito internet.

Sul suo profilo Instagram, invece, Erika citava Charlie Chaplin: "Ci sono le persone belle e le belle persone. Le prime di solito non servono a niente, le seconde, invece, bisogna tenersele strette".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento