Marito militare e moglie poliziotta finiscono nei guai: avevano un deposito di botti illegali in casa

Lui sospeso, lei trasferita

immagine di repertorio

Ci sono un caporale maggiore dell'esercito in servizio a Torino e una poliziotta del commissariato Centro, entrambi residenti ad Alpignano, tra i denunciati dalle forze dell'ordine (in questo caso proprio dalla polizia, sezione amministrativa e sociale) per il possesso di grandi quantità di botti in occasione dello scorso Capodanno.

Nella cantina della loro villetta gli agenti, lo scorso 30 dicembre 2018, avevano trovato 340 artifici pirotecnici illegali, per un totale di circa 120 chili di esplosivo di cui si sta cercando ancora di capire la provenienza. L'inchiesta giudiziaria è coordinata dal pm torinese Paolo Toso.

Il militare da allora è stato sospeso dal servizio, la poliziotta è stata trasferita dal commissariato alla questura.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

Torna su
TorinoToday è in caricamento