Marito militare e moglie poliziotta finiscono nei guai: avevano un deposito di botti illegali in casa

Lui sospeso, lei trasferita

immagine di repertorio

Ci sono un caporale maggiore dell'esercito in servizio a Torino e una poliziotta del commissariato Centro, entrambi residenti ad Alpignano, tra i denunciati dalle forze dell'ordine (in questo caso proprio dalla polizia, sezione amministrativa e sociale) per il possesso di grandi quantità di botti in occasione dello scorso Capodanno.

Nella cantina della loro villetta gli agenti, lo scorso 30 dicembre 2018, avevano trovato 340 artifici pirotecnici illegali, per un totale di circa 120 chili di esplosivo di cui si sta cercando ancora di capire la provenienza. L'inchiesta giudiziaria è coordinata dal pm torinese Paolo Toso.

Il militare da allora è stato sospeso dal servizio, la poliziotta è stata trasferita dal commissariato alla questura.

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Sei bersagliato dalle punture di zanzara? Sette motivi per cui preferiscono proprio te

  • Come difendersi dai ladri d'appartamento in estate

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

I più letti della settimana

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Paura in paese: auto esplode pochi secondi dopo essere stata parcheggiata

  • Tragedia nel condominio, uomo si toglie la vita gettandosi dal balcone  

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Detrito come un proiettile trapassa un'auto da parte a parte: conducente illeso per miracolo

Torna su
TorinoToday è in caricamento