Centri accoglienza migranti: arrestato avvocato, nei guai anche il capo di gabinetto della prefettura

Spese gonfiate e maltrattamenti

immagine di repertorio

Il capo di gabinetto della prefettura di Torino, Alessandra Lazzari, è indagata dalla procura di Imperia per abuso d’ufficio nell'ambito dell’inchiesta della guardia di finanza sulla gestione di alcuni centri di accoglienza per migranti affidati alla cooperativa sociale piemontese Caribù.

Quattro persone, tra cui l'avvocato di torinese Guido Tabasso, 67 anni, sono state arrestate ieri, mercoledì 17 luglio 2019, su ordine del giudice Paolo Luppi con l’accusa a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e autoriciclaggio in concorso e frode in forniture pubbliche.

L'accusa è di avere comunicato alla prefettura un numero di migranti presenti nei centri di Sanremo e Vallecrosia doppio rispetto a quello reale di avere così gonfiato i costi. E nello stesso tempo c'è anche l'accusa di avere maltrattato gli stessi migranti, con botte e umiliazioni.

Prima di trasferirsi a Torino, Lazzari lavorava per la prefettura di Imperia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Auto si schianta contro un muro: donna morta sul colpo

  • Scossa di terremoto in serata: scossa avvertita dalla popolazione, ma nessun danno

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Giovane carabiniere investito mentre interviene su altro incidente: è gravissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento