Neonato morto durante il parto: due medici e un'ostetrica rinviati a giudizio

Contestato il mancato cesareo

immagine di repertorio

Si farà il processo chiesto dalla pm torinese Rossella Salvati per la morte di un neonato durante un parto all'ospedale di Rivoli la notte del 13 dicembre 2014.

Due medici e un'ostetrica sono accusati di omicidio colposo per avere rifiutato il cesareo chiesto dalla madre, una giovane italiana residente in zona.

La decisione è stata presa oggi, venerdì 14 dicembre 2018, dal giudice Stefano Sala a conclusione dell'udienza preliminare. I tre imputati sono stati rinviati a giudizio e il processo si aprirà a giugno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La famiglia del neonato si è costituita parte civile, assistita dall'avvocato Roberto Franco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Insetti in casa: la scutigera, l'insetto (utilissimo) che mangia gli altri insetti

  • Tempesta sul Torinese: zone allagate, paesaggi imbiancati e numerosi disagi

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Tragedia nel palazzo: morto dopo essere caduto nel vano ascensore

Torna su
TorinoToday è in caricamento