Mazzé, muore sul campo da calcio stroncato da un malore improvviso

E' successo due sere fa durante una partita del campionato amatoriale di calcio a 11. Il massaggio cardiaco effettuato a lungo dai medici del 118 è stato inutile

Dramma lunedì sera sul campo da calcio di Mazzè dove un uomo ha perso la vita durante una partita. Il 45enne, Roberto D'Orlando residente a Collegno, è stato stroncato da un malore: attorno alle 21.30 si è accasciato al suolo ed è scattato immediatamente l'allarme.

I dirigenti della sua squadra, Amici di Brandizzo, che in quel momento era impegnata nel campionato veterani Csi-Ivrea amatori a 11, hanno subito chiamato il 118 e in pochi minuti al centro sportivo è arrivata l'ambulanza.

D'Orlando è stato sottoposto al massaggio cardiaco a lungo ma non c'è stato niente da fare. Il defibrillatore - che comunque per le società sportive dilettantistiche non è ancora obbligatorio - c'era ma non era fisicamente sul campo di gioco.

Il macchinario infatti sembrerebbe fosse conservato in una sede diversa dal centro sportivo, di proprietà del comune. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Caluso che hanno già fatto controlli relativamente al certificato medico presentato dall'uomo. Dalla certificazione non risultava alcuna anomalia. La salma dell'uomo però è stata trasferita alla camera mortuaria della medicina legale di Strambino, in attesa di disposizioni dalla procura di Ivrea.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento