Il matrimonio era in realtà un incubo: arrestato il marito-aguzzino

I carabinieri sono intervenuti in via Cigna per arrestare un 50enne ubriaco che da anni picchiava la moglie sorda

immagine di repertorio

Tre anni di matrimonio sono diventati un incubo per una donna italiana di 49 anni residente in un palazzo di edilizia pubblica di via Cigna. E si sono conclusi nella mattina di sabato 7 gennaio con l'arresto del marito, un marocchino di 50 anni, da parte dei carabinieri della compagnia Oltre Dora.

L'uomo è accusato di avere commesso violenze ripetute sulla consorte, presa a calci e pugni tutte le volte, sempre più frequenti, che lui tornava a casa ubriaco. La donna, che tra l'altro è sorda, non aveva avuto il coraggio di andare a denunciare l'accaduto. A venire in suo aiuto sono stati i vicini di casa, che hanno assistito all'ennesimo pestaggio avvenuto sul pianerottolo di casa e hanno chiamato il 112.

Quando i militari dell'Arma sono arrivati lo hanno bloccato e lo hanno portato in carcere con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. La donna, a quel punto, ha ceduto e ha raccontato tutta la sua triste storia.

Potrebbe interessarti

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

  • Auto sui binari del tram

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

I più letti della settimana

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Moto si scontra con un motocarro: il centauro muore in breve tempo

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Cade dal balcone di casa: muore appena arrivata in ospedale

  • Due torinesi muoiono in un incidente negli Stati Uniti: investiti da un tir dopo la caduta in moto

  • Alimenti putrefatti, blatte, scarafaggi ed escrementi: chiuso il panificio-pasticceria

Torna su
TorinoToday è in caricamento