Il matrimonio era in realtà un incubo: arrestato il marito-aguzzino

I carabinieri sono intervenuti in via Cigna per arrestare un 50enne ubriaco che da anni picchiava la moglie sorda

immagine di repertorio

Tre anni di matrimonio sono diventati un incubo per una donna italiana di 49 anni residente in un palazzo di edilizia pubblica di via Cigna. E si sono conclusi nella mattina di sabato 7 gennaio con l'arresto del marito, un marocchino di 50 anni, da parte dei carabinieri della compagnia Oltre Dora.

L'uomo è accusato di avere commesso violenze ripetute sulla consorte, presa a calci e pugni tutte le volte, sempre più frequenti, che lui tornava a casa ubriaco. La donna, che tra l'altro è sorda, non aveva avuto il coraggio di andare a denunciare l'accaduto. A venire in suo aiuto sono stati i vicini di casa, che hanno assistito all'ennesimo pestaggio avvenuto sul pianerottolo di casa e hanno chiamato il 112.

Quando i militari dell'Arma sono arrivati lo hanno bloccato e lo hanno portato in carcere con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. La donna, a quel punto, ha ceduto e ha raccontato tutta la sua triste storia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • Perde il controllo dell'auto, colpisce un'altra macchina e finisce contro il muro: due feriti

Torna su
TorinoToday è in caricamento