Marito e moglie diventano protettore e prostituta: arrestati per le pistole in casa

Uomo armato segnalato dai passanti

immagine di repertorio

Aveva deciso di fare prostituire sua moglie e di diventare, di fatto, il suo protettore. Per questa ragione si era procurato due pistole clandestine e irregolari che custodiva in casa ma che l'uomo, un albanese di 26 anni, aveva portato con sé in piazza Massaua proprio allo scopo di vigilare sulla consorte, sua connazionale 28enne.

La presenza delle armi aveva fatto allarmare alcune persone che, il 5 aprile 2018, hanno chiamato la polizia che hanno individuato il marito-protettore (o aspirante tale) e sono andati a casa della coppia, in via Cumiana.

Gli agenti della squadra mobile e del commissariato San Paolo hanno scoperto le due armi all’interno di un mobile della cucina e nel locale caldaia posto sul ballatoio.

Entrambi i coniugi sono stati arrestati.

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Detrito come un proiettile trapassa un'auto da parte a parte: conducente illeso per miracolo

Torna su
TorinoToday è in caricamento