"Licenziato per colpa tua". Uccide a sangue freddo l'ex amante davanti all'Auchan di Venaria

Marina Corradino, 46 anni, è stata colpita da 8 colpi di pistola. Arrestato un 40enne con cui la donna aveva avuto una relazione in passato. Lascia due figli adolescenti

E' stato fermato dai carabinieri l'assassino di Marina Corradino. La donna, 46 anni, è stata colpita da 8 colpi di pistola nei pressi del supermercato Auchan di Venaria Reale. Marina Corradino lavorava come come barista nel grande supermercato alle porte di Torino.

L'omicida è una guardia giurata Abdelilah I., di 40 anni, di origine marocchina, residente a Torino. In passato l'uomo e la donna avevano avuto una relazione. Relazione finita da tempo, ma negli ultimi mesi la situazione tra i due era diventata difficile, perchè Abdelilah I. addebitava alla donna la responsabilità della perdita del posto di lavoro come addetto alla sicurezza del supermercato. L'assassino è stato condotto nel commissariato di Venaria. I Carabinieri riferiscono che l'omicidio è avvenuto poco dopo le 21. Sul posto è arrivato il pm di turno della Procura di Torino, Emanuela Pebrotta.

Abdelilah I. - secondo la ricostruzione dei Carabinieri - indossando una parrucca per non farsi riconoscere, ha atteso la donna fuori dall'edificio al termine dell'orario di lavoro. Si è avvicinato, l'ha chiamata per nome e ha scaricato contro di lei quasi interamente il caricatore di una pistola calibro 7,65. L'assassino è fuggito a piedi, ma grazie alla segnalazione di un passante è stato bloccato dai carabinieri e dai vigili urbani di Venaria. Abdelilah I. ha gettato la pistola e la parrucca e si è lasciato arrestare. Marina Corradino - si è saputo - era vedova; la relazione con Abdelilah I. era durata circa un anno e mezzo.

Ha raccontato ai carabinieri: "Io l’amavo, lei mi ha lasciato. Mi hanno licenziato poco dopo, e soltanto per colpa sua. E questa cosa non potevo perdonargliela". Un mese di tormenti, poi la pistola ("L'ho comprata a Porta Palazzo") e sabato sera intorno alle 19 Abedelilah I. prende l'autobus per il grande centro commerciale. E quando la donna termina il suo turno, la tragedia si consuma in pochi secondi.

Marina Corradino era rimasta vedova quando era ancora giovane, a casa lascia due figli maschi di 17 e 21 anni. Dopo la morte del marito in un incidente stradale, il suo primo pensiero sono sempre stati i due ragazzi con i quali abitava in un appartamento di via Cumiana a Torino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • L'ex miss Italia e madrina di Torino 2006 investita: necessario intervento al naso

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento