Giovane margaro colpito da un fulmine passa la notte in alpeggio, poi arriva l'elisoccorso

E' stato assistito in quota

immagine di repertorio

Un giovane margaro è stato colpito da un fulmine la sera di martedì 24 luglio 2018 nella zona dell'Alpe Giua, nel territorio comunale di Locana.

Il ragazzo stava lavorando con il padre per sistemare l'alpeggio, che avrebbe ospitato le loro mandrie nei giorni successivi. La scarica, fortunatamente, lo ha colpito solo di striscio, sbalzandolo a terra e provocandogli varie ecchimosi, dolori agli arti e formicolii diffusi per tutto il corpo.

Immediatamente si sono mobilitate le squadre del soccorso alpino, tra cui anche quelle volontarie di Ceresole Reale e Locana. I volontari, utilizzando il carrello di servizio della condotta forzata dell'Iren, si sono portati in quota e dalla fermata del carrello, in circa un'ora a piedi, hanno raggiunto l'alpeggio. Il responsabile sanitario della delegazione, dopo avere constatato l'entità delle ferite e la relativa stabilità delle condizioni, ha deciso di non intraprendere una difficile discesa in barella, nella totale oscurità e su terreno molto impervio, e di attendere l'alba, per il trasporto in elicottero.

Nella tarda mattinata di ieri, mercoledì 25, il ferito è stato finalmente trasportato all'ospedale di Ivrea.

Potrebbe interessarti

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

  • Auto sui binari del tram

I più letti della settimana

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Moto si scontra con un motocarro: il centauro muore in breve tempo

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Cade dal balcone di casa: muore appena arrivata in ospedale

  • Due torinesi muoiono in un incidente negli Stati Uniti: investiti da un tir dopo la caduta in moto

  • Alimenti putrefatti, blatte, scarafaggi ed escrementi: chiuso il panificio-pasticceria

Torna su
TorinoToday è in caricamento