Flash mob e fiaccolata: due manifestazioni nel sabato torinese

Nel centro della città a mezzogiorno e alle sei di pomeriggio si dirà prima "basta" alle vittime di Boko Haram, poi la Lega Nord protesterà "contro il fondamentalismo islamico"

Due manifestazioni animeranno il centro di Torino nella giornata di sabato 17 gennaio.

A mezzogiorno a scendere in piazza Castello, con ritrovo di fronte al Palazzo della Regione, saranno decine di persone che con un flash mob chiederanno alla Comunità internazionale di intervenire in Nigeria per "fermare il massacro dei civili". I partecipanti si stenderanno per terra per rappresentare le vittime di Boko Haram: al collo si metteranno cartelli con scritto #JeSuisNigérian.

A organizzare il flash mob "Idee per Torino" e l'"Associazione radicale Adelaide Aglietta". "La violenza delle persecuzioni in Nigeria compiute dall'organizzazione fondamentalista Boko Haram sono veri e propri crimini contro l'umanità che devono essere fermati e perseguiti - dicono i presidenti Nicoletta Gazzeri e Igor Boni -. La risposta della oceanica manifestazione di Parigi ha dimostrato che è possibile reagire a crimini efferati che mettono a rischio la nostra vita e le nostre libertà. Quello che accade tutti i giorni in Nigeria, con esecuzioni sommarie di massa, civili trucidati e bambini fatti esplodere come bombe umane per compiere stragi e massacri deve produrre una reazione altrettanto forte anche qui, in Europa, in Italia, a Torino. Per questo chiediamo a tutti di manifestare con noi stesi per terra, per dare voce al grido di aiuto che giunge dall'Africa, per dare corpo ad una rivolta civile contro la violenza".

La seconda manifestazione, una fiaccolata, prenderà vita alla ore 18 in piazza Carignano. A organizzare questo secondo evento è la Lega Nord in segno di protesta "contro il fondamentalismo islamico".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio all'ex Moi: trovato uomo con il cranio fracassato

  • Cronaca

    Spari in piazza: rapinato un furgone portavalori, ferita una guardia giurata

  • Cronaca

    La droga entra ed esce dal bar: nuovo provvedimento di chiusura, stavolta per un mese

  • Cronaca

    "Ho ucciso mio figlio con un cavo", ma per l'autopsia è morto per arresto cardiaco

I più letti della settimana

  • Follia in centro città: ferito un uomo con tre colpi d'accetta, aggressore in fuga

  • Spari in piazza: rapinato un furgone portavalori, ferita una guardia giurata

  • Nuvole su Torino, è attesa la neve

  • "Costretta ad assistere ai rapporti sessuali della mamma": donna e suo amante a processo

  • Colta da un malore in casa, mamma muore tre ore dopo: indagati sanitari dell'ambulanza e medico del pronto soccorso

  • Soffoca il figlio con un cavetto del computer poi chiama i carabinieri: “Venite a prendermi”

Torna su
TorinoToday è in caricamento