Piazza Castello gremita per la mobilitazione Sì Tav

Presenti circa 40mila persone

Piazza Castello

Piazza Castello è gremita per  "Sì, Torino va avanti", la mobilitazione di questa mattina, sabato 10 novembre, in favore del Tav e per sostenere la crescita della città. E non ci sono solo "disperati, anziani disinformati e madamin": sono trenta le categorie produttive presenti, tra cui artigiani, commercianti, industriali, costruttori e immobiliari. Non mancano anche gli studenti e i comitati, tra cui i No Ztl e il Metro 2 Torino Nord. E poi semplici famiglie, con nonni e bambini sui passeggini. Lunghe code anche ai banchetti di raccolta firme, posizionati davanti alla Regione, per il referendum Sì Tav. La piazza e le vie circostanti sono state chiuse al traffico e i mezzi Gtt momentaneamente deviati.

Come previsto, la petizione su Change.org lanciata da Mino Giachino ha sfiorato le 60mila adesioni e in piazza è arrivata una grande “onda” simboleggiata dal colore arancione che rappresenta l’energia - come suggeriscono i promotori del sit-in - e che in molti hanno indossato. E arancione sono anche le spillette distintivo distribuite a tutti i partecipanti dai volontari che dispensano anche volantini con su scritto “come stanno veramente le cose”. 

E mentre la pagina Facebook di "Sì, Torino va avanti" ormai ha radunato 38.500 membri in pochi giorni, nasce anche il sito web per dare "una veste più istituzionale" come spiega una delle promotrici della manifestazione, Giovanna Giordano Peretti. Proprio lei, sulla pagina Facebook dedicata ricorda le regole e le informazioni utili per la manifestazione. Come già ampiamente detto - sebbene in piazza ci siano il Pd, i Moderati, Forza Italia e anche la Lega Nord - sarà una mobilitazione senza simboli politici, nè bandiere: "Le uniche bandiere esposte saranno quella italiana e quella europea. Non sono ammessi striscioni di partiti e organizzazioni - scrive - : se ce ne saranno, inviteremo gentilmente a metterli da parte. Vanno bene simboli o cartelli fatti in casa con le vostre parole, meglio se con tanti SÌ e tanti desideri per una città e una regione migliore". In realtà a sventolare c’è anche  qualche bandiera olimpica, a simboleggiare un periodo magico, un momento chiave per la città.

E arrivano le raccomandazioni anche sull'atteggiamento da tenere in piazza, innanzitutto affinchè l'ambiente resti sicuro per tutti: "Tutto è stato predisposto in accordo con le autorità competenti - afferma ancora Giovanna Giordano Peretti - in modo da restare tranquilli. Sarà molto importante che tutti manteniamo in Piazza Castello lo stesso atteggiamento composto e tranquillo che in questi giorni ha contraddistinto la nostra piazza virtuale". Un altro invito è quello di non portare in piazza bottiglie, lattine, caschi e ombrelli. " Ci saranno in piazza persone anziane e bambini: usiamo con loro attenzione e cortesia speciali. Alla fine, quando andiamo via lasciamo Piazza Castello pulita come l'abbiamo trovata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento