Studenti in strada: "No alla chiusura del Luxemburg e del Copernico"

Gli studenti hanno raggiunto prima il Palazzo di Giustizia e poi la sede della Provincia di Torino. Chiusure a rischio a causa del materiale dei controsoffitti

Gli studenti degli istituti superiori Luxemburg e Copernico di Torino sono scesi in piazza a protestare contro l'ipotesi chiusura delle scuole. E' di sabato infatti la notizia che l'Asl, effettuando delle analisi dopo i crolli avvenuti di recente, ha trovato della fibra di vetro ritenuta potenzialmente cancerogena nei controsoffitti.

Quello che chiedono gli studenti è che si passi subito alla bonifica, sfruttando la pausa delle prossime vacanze estive. Il corteo ha raggiunto il palazzo di giustizia ed è stato ricevuto dal procuratore generale, Marcello Maddalena, dopodiché si è diretto a Palazzo Cisterna, sede della Provincia, che oggi deve esprimersi sulla chiusura.

La vicenda è arrivata fino al procuratore di Torino Raffaele Guariniello, il quale ha aperto un'inchiesta, per il momento senza indagati.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    200euro per l'acquisto della divisa, ma del lavoro promesso nemmeno l'ombra: un arrestato

  • Cronaca

    Lingotto-Bengasi, incrociano le braccia gli operai del cantiere della linea 1 della metro

  • Cronaca

    "Sì, ci allacciamo abusivamente": l'ammissione shock all'inviato di "Striscia la Notizia"

  • Video

    Piazza Baldissera, mobilitazione per il sottopasso e timori per la chiusura di via Cecchi

I più letti della settimana

  • Follia in centro città: ferito un uomo con tre colpi d'accetta, aggressore in fuga

  • Spari in piazza: rapinato un furgone portavalori, ferita una guardia giurata

  • Nuvole su Torino, è attesa la neve

  • Doppio incidente nella notte: auto impazzita travolge tre persone, ferito gravemente il conducente

  • "Costretta ad assistere ai rapporti sessuali della mamma": donna e suo amante a processo

  • Colta da un malore in casa, mamma muore tre ore dopo: indagati sanitari dell'ambulanza e medico del pronto soccorso

Torna su
TorinoToday è in caricamento