Posticipati i lavori in via Germagnano. La conclusione entro maggio

Gli interventi richiesti dall'Enpa sono stati posticipati di un paio di settimane. Si comincerà con la bonifica dei rifiuti e si proseguirà con l'installazione di un enorme cancello e di alcune barriere new jersey

I famosi interventi di via Germagnano, chiesti a dicembre dall’Enpa e promessi subito dopo dal Comune di Torino, sono slittati di un paio di settimane. Un cambio di programma inaspettato che secondo le indiscrezioni provenienti dal presidente dell’Enpa Pallotti dovrebbe anche essere l’ultimo. Gli operai, questa volta, avranno poco più di dieci giorni per portare a termine i lavori previsti dalla Città.

Il primo intervento riguarderà la rimozione dei rifiuti presenti lungo la strada che porta alla struttura. Alla ditta toccherà anche bonificare l’appezzamento di terreno, presente tra il campo regolare e il canile, che proprio l’amministrazione ha dato in concessione anni fa all’Enpa. Un terreno che è diventato zona franca per i nomadi che sono riusciti trasformarlo in una sorta di discarica a cielo aperto. Con i topi a correre in lungo e in largo tra le montagne di immondizia. Tre saranno i giorni necessari per far sparire la spazzatura che i nomadi hanno buttato senza troppi complimenti.

Successivamente, secondo la tabella di marcia, si passerà ai lavori di manutenzione della pavimentazione. L’intervento più atteso, invece, avrà luogo la prossima settimana quando gli operai innalzeranno l’inferriata che avrà l’oneroso compito di dividere il tratto di strada riservato ai volontari del canile da un altro accesso che sarà utilizzato soltanto dai rom del campo nomadi regolare. Installazione di alcuni new jersey e messa in funzione delle reti metalliche le altre novità che terranno lontani gli zingari dal canile. "Per gli zingari non sarà facile oltrepassarlo per andare a rubare" spiegano speranzosi alcuni volontari della struttura.



A completamento dei lavori avrà luogo anche il riposizionamento dei cassonetti per i rom del campo regolare. "Speriamo che questa sia la volta buona – spiega il presidente dell’Enpa Giovanni Pallotti -. Ormai questa storia dei lavori è diventata quasi una barzelletta. Noi, tuttavia, speriamo che il cantiere si chiuda all’inizio del mese di maggio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Travolta da un'auto mentre attraversa la strada: morta sul colpo

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

  • Colpo grosso nella villa dell'imprenditore: i ladri portano via gioielli per 80mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento